Il tempo mi sembrava promettente, dunque sono corso, come sempre durante i migliori fine settimana, a cercare gli occhi di Santa Lucia più grandi. Con Pasqualino il topo, Gianpeppino il gorilla e la tigre Saltafosso abbiamo attraversato il deserto del Perizona e dopo solo due giorni di cammino sotto la nebbia, raggiunto lo Stazzo Paladino abbiamo raccolto un sacco di preziosissimi monili.

Sabato pensavo di aver trovato l’occhio di Santa Lucia più grande esistente nelle radure di Sherwood, ma solo il giorno dopo in un rovente giovedì natalizio mi sono dovuto ricredere. Ho infatti scorto nella polvere della finissima e argillosa sabbia delle steppe andine, spinta verso ovest da una implacabile bonaccia, l’orecchietta di uno degli occhi di Santa Lucia più grandi che io abbia mai visto durante quella fatidica mattina e ho cominciato a scavare, scavare, e ho cominciato a ricordare cose che avevo completamente dimenticato.

Guardando la foto di questo fantastico esemplare viene da chiedermi immediatamente se siano più grandi gli occhi di Santa Lucia che riesco a trovare o qualcosa che mi tengo per me, perché secondo Imbroh non rientra nello stile di questo blog. E io a Imbroh gli do ascolto.

Fu così che da allora iniziai quell’attività abbastanza redditizia che dà oggi da vivere a me e a tutti i misteriosi abitanti della mia fantasia.

Annunci

Wayl Blog, il blog della tirannia mediatica.

Wayl lo trovi su: https://wayl.wordpress.com

A maggio: RIPOSO.
Lo ha detto il medico.