Cacca Ice Cream

Vengono serviti, riveriti e coccolati da mane a sera. Hanno un pasto sicuro e mangiano abbondante e spesso variegato, anche se la maggior parte delle volte non hanno nessuna pretesa. Quando escono se ne hanno necessità vengono sempre accompagnati. Se vogliono ti urinano sull’uscio e comunque lo fanno dove il desiderio li direziona. Se devono fare la popò la fanno con il sedere all’aria asciugando poi le chiappe al vento come la natura vuole, e hanno spesso una signora con la borsetta rosa e l’odor di calendula che gli raccoglie il prodotto interno lordo con i nuovi fazzoletti al gusto di menta. Il peggio che può succedere è che si puliscano il ricciolino rimasto sul divano di casa. Nessuno li giudica per questo, anzi la maggior parte delle volte vengono salutati con un sorriso e una carezza. Non si lavano, al massimo si lasciano lavare, non si preoccupano di pettinarsi, o di rifarsi il letto, o di prepararsi da mangiare, c’è sempre qualcuno che pensa a loro.

Chi sono? Dei miliardari eccentrici? No, sono i cani, tra gli animali domestici più esigenti e fortunati. Molti tra quelli di loro che vivono in Italia, campano meglio della maggior parte degli abitanti del pianeta terra, alcuni dei quali devono bere il loro sangue e mangiare terra sporca per non morire. In questo mondo dove lo stravolgimento è ormai completo, persino gli animali contano più degli esseri umani e dei ricercatori precari. In un’Europa infettata dall’instabilità mentale degli italiani, popolo esasperato dal progresso, si sta per varare una legge per la quale gli animali dovranno essere tutelati al pari degli esseri umani. E gli esseri umani pagheranno non più solo i maltrattamenti, ma anche se il cordino del guinzaglio sarà troppo corto, se il bagnetto non sarà abbastanza tiepido, se il pasto non sarà sufficientemente buono.

Allora, visto che un bambino etilope da accudire non lo vuoi, prendi me, scegli me! Mangio qualsiasi cosa, imparo immediatamente il punto in cui devo fare i bisogni e posso anche cambiarmi la sabbietta da solo. Sebbene possa divertirti con un discreto numero di giochetti, rimango la maggior parte del tempo in un angolo del divano a leccarmi le gonadi, e all’occorrenza posso coinvolgerti in una piacevole conversazione. Non sporco quasi per niente, perdo solo un po’ di pelo, e ci sono dei rari giorni in cui sono adorabile.

Annunci

Lucchetto

Nuovo post, diario aperto per futura memoria, per ricordarmi che è passata un’altra di quelle congiunzioni astrali che attraversano le nostre esistenze come un treno appena partito, e che hai tardato a prendere per una manciata di secondi, o perchè come succede la maggior parte delle volte, non avevi capito che quello era un treno.

Ancora una volta, ma stavolta nel tempo di una nutazione non di un’eclissi, mi trovai per un incrocio a raso dove convergevano strade che avevo percorso, (altro…)

Chiamata senza risposta

Data Astrale 2007, ancora la Telecom mantiene il monopolio sulle infrastrutture telefoniche del nostro paese, alla faccia della liberalizzazione. Le cose cambieranno ma con un’inerzia che come la puzza del nostro stivale sfianca l’utente di qualsiasi servizio. Con i soldi che la telecom ha avuto dagli italiani ora avremmo potuto chiamare gratis anche nelle intergalattiche. Solo con le truffe dell’144 avremmo evitato un paio di finanziarie, e con quello che è riuscito a fare il tronchetto, ovvero affossare con debiti di centinaia di miliardi di euro, un’azienda pseudostatale che detiene tuttora il monopolio, e continuare a girare tranquillo in un 24 metri con una moglie come Afef, (provate voi a non pagare 100 euro di multa) avremmo potuto eclissare la notorietà di qualsiasi mago dell’illusionismo, da Houdini a Daniel Chesterfield.

Cellulare in borsello

Invece paghiamo, più degli altri in europa come al solito, le telefonate e l’adsl più antifunzionali del vecchio e malandato continente. Smettere quasi di pagare o diminuire i costi delle vostre telefonate si può. Intanto togliete telecom. Deve scomparire. Poi buttate Sky, tagliate i vostri fili da burattini con la scusa che ce l’avete per vedere Discovery Channel e mettetevi internet. Cercate in rete le migliori offerte, su internet c’è tutto. Per telefonare, due servizi al momento ben funzionanti sono: Voipwise che vi permette di fare chiamate e mandare sms gratuiti di prova e poi dopo l’inserzione di un credito di 10€ per mesi, dopo i quali userete i 10€ a tariffe che vi renderanno difficile finirli. E Flashphone che vi consente di fare gratis ogni giorno un certo numero di chiamate sotto i 3 minuti. Appena l’ho consigliato a LaMiaTariffa.it lo hanno messo in prima pagina. Mi dispiace che non ci siamo conosciuti prima, altrimenti soldi alla Telecom e alla Tim, non ne avreste mai dati. A proposito, buttate TIM dai vostri parapetti, per quanto riguarda i cellulari le tariffe migliori sono 3 (Super 5) per chi telefona molto, wind (Wind 9 *offerta limitata*, o wind super senza scatto) per chi telefona poco, Omnitel per chi sta appresso alle offerte.

Approfitto per una promozione pubblicitaria. Ho una rara e preziosissima scheda rossa in più, una vecchia tariffa della TIM che fa fare chiamate a 190 lire (circa 9€cent) nei festivi e dalle 20.30 in poi tutti i giorni e a 100 lire (circa 5€cent!!!) dalle 22.30 in poi! Se qualcuno è interessato me lo faccia sapere.

Ricordatevi che i ragazzi che vogliono fare di loro capriccio e a modo loro, prima o poi se ne pentono.

Scialuppa Italia

Il bel paese nel quale abbiamo deciso di nascere, il paese dalla forma di piede che tira la Sicilia e che ha in porta la Sardegna possiede un bagaglio di storia, di cultura, di tradizioni che ha le ore contate. Questa è l’ultima volta che mi ripeto perchè d’ora in poi continue conferme risuoneranno nelle nostre teste vuote incapaci di carpire ormai qualsiasi segnale che indichi il prossimo inevitabile tracollo economico dal quale solo Daniel Chesterfield può tirarci fuori.

E’ uno schifo totale, è talmente uno schifo che appena ho visto l’ultimo telegiornale non credevo ai miei occhi, è un pezzo che non guardavo la televisione e mi voglio sfogare, mi viene da piangere: l’italia è un vomito di capra che ha mangiato scarpe all star, l’italia è una valle di lacrime amare ormai sommersa da tsunami di migliaia di metri che arrivano dall’oriente silenzioso e meditabondo, e la gente sorride e NON SA NULLA! Siamo degli ignoranti, siamo asini patentati col nostro gippone (solo da noi nel mondo aumentano le vendite dei gipponi, persino gli americani che non hanno nessun rispetto del pianeta hanno smesso di comprare i gipponi!!) dal quale guardiamo dall’alto tutto quanto, e vediamo solo delle formiche che pensiamo di poter schiacciare in ogni momento. Perchè così è stato deciso dalle multinazionali, dal nostro governo prostituto, perchè siamo assoggettati ai mezzi di controllo dell’informazione e dell’opinione pubblica che sono i reality show e le trasmissioni di maria de filippi, e i telegiornali dove ogni giorno, che indignazione, qualche vip è stato visto in ciabatte, dove un cane è stato visto circolare col cappottino, dove un tipo è passato col rosso e poi c’è gusto! Perchè cerchiamo nei tg cosa stanno facendo i politici e quando li sentiamo parlare continuamo a non capirci nulla e dobbiamo carpire le briciole dai nostri comici, da Beppe Grillo, dalle Iene, talvolta da Striscia purtroppo sempre meno mordente. Siamo così spacciati che ormai non siamo neanche più disposti a credere che stiamo inghiottendo fango per non soffocare, non crediamo più in niente, non siamo neanche più cattolici, dunque non ci torna utile più neanche tutta la sofferenza a cui andiamo incontro. (altro…)

Attenzione a Dio

Che cosa c’era prima che io nascessi? E chi mi aspetterà dopo che non ci sarò più? Chi continuerà a scrivere articoli nella coda del blog mentre io sono da stamattina in viaggio per la Francia? Allah, Manitù, Shiva, La donna di cioccolato, Vishnu, Budda, Dio, Budo, o chi per loro? Azzeccare la religione giusta nel momento in cui dovrò chiedere perdono per i peccati che ho dovuto commettere dopo essere nato senza il mio consenso sarà perlomeno improbabile dal momento che 34 religioni su 35 si prostrano davanti all’entità sbagliata.

La perseveranza umana (diabolica?!) nel credere in quello che palesemente non esiste è incredibile. Noi italiani nel nostro masochismo abbiamo selezionato tra tutti il parlamento nepotista a maggioranza assoluta: Lui azzurro al centro, il figlio a destra e lo spirito volatile a sinistra. All’opposizione uno sfigato, il demonio (il rosso) che detiene i poteri terreni e sulla terra si diverte un sacco… finchè potrà dato che la fine è già stabilita in partenza contro ogni buon discorso suil libero arbitrio e sul bilanciamento delle forze in campo. Preghiamo sollevando gli occhi al cielo e sperando in un finale folgorante di trovarvi superman.