Wayl Violino 02

Voglia di espandere i propri confini musicali, necessità di rivoluzionare la semantica melodica, desiderio di sperimentare una innovativa espressività diamonica capace di fotografare con una nota un intero paesaggio. Un insieme di propositi irraggiungibili attuati da un unico essere vivente, un fugace pescatore chiamato Wayl, alias Axel Andreares, alias Cristopher Carmaplint, alias Enden Wickers, Franco Fimiani, Gustavo Galeffi, e tanti altri, comincia la sua carriera a 9 anni come tastierista nella piccola orchestra Deiaras composta da 4 fiati, violoncello, basso, batteria, tastiera, chitarra.

Wayl Keyboard 01

A undici anni lascia l’orchestra e ricomincia a suonare solo a 15 anni nei Masters of Dreams, rock band giovanile di 4 elementi che spopola nei migliori locali della Costa Smeralda quando ancora la moda di suonare tutti e a tutti i costi non esisteva. Lui è stato chiamato a suonare la tastiera, ma si porta per caso la chitarra del cugino con la quale (altro…)