Saddam

E il fruttosio è al gusto di pesca acerba. Sarebbe sufficiente smettere di essere contro la pena di morte dal momento che non esiste altro modo per vendicarsi che liberare un uomo dalle sue sofferenze. E poi ce l’avete tutti con gli americani, che invece con tempistiche che fanno invidia a qualsiasi burocrazia hanno messo bavaglio e corda al povero signor talpa che viveva in un buco mangiando mars, invece che farlo pagare scontando la sua pena e facendogli sputare sangue e tutte le verità su quello che era successo. Per lui era migliore una morte che gli da dignità, che se possibile ne fa un martire. Tutti ce l’avete contro gli americani che hanno avuto strana pietà di uno dei peggiori tiranni del nostro secolo, che magari avrebbe calunniato dicendo che le armi di distruzione di massa non sono state trovate, o che la spesa degli occidentali per combattere una guerra pazzesca in un francobollo di terra brulla sembra ingiustificato. E basta parlar male di tutte le guerre che Bush sta promuovendo, lui vuole liberare il mondo e invece tutti ora lo odiano e tutti i terroristi vogliono fare la guerra al popolo americano e noi occidentali che appoggiamo la sua corsa all’oro (nero). Lui vuole solo prendersi cura dell’Iraq, lo so che non si interessa delle più cruente guerre in Cecenia, in Somalia, in Palestina, in Cecenia, nel rione secondigliano e nel resto del mondo ma non può certo fare tutto lui! Dobbiamo aiutare Bush, votarlo dieci, cento, mille volte, armarci e farci la guerra, così come stanno facendo i russi per paura degli americani, e uccidere chi non è d’accordo con noi buttandogli giù la casa e dicendogli che sono stati i marocchini a colpi di tappeto. O Bin Laden che ha suonato un campanello e poi è scappato via con la bicicletta che aveva la catena incastrata. Leggete cosa scrive la stampa libera, comunista:

Zucchero SaddamGli americani ne hanno fatta un altra delle loro. Quei bigotti che sono per la vita dell’uomo e ne promuovono la morte hanno ucciso un’altra persona: Saddam. I pro: un tiranno in meno. I contro: nuove impressionanti rivolte, tantissima gente uccisa, nuovi efferati omicidi, nuove ondate di terrorismo e sopratutto la messa a tacere di un uomo che poteva dire cos’era successo davvero in Iraq, e per quale motivo Bush ha fatto persino buttare giù le torri gemelle per invadere un francobollo di terra brulla quando invece nel mondo ci sono centinaia di guerre più sanguinarie della quale l’america e i suoi sudditi (le multinazionali e l’informazione pilotata dai mass media) non si interessano. Lucrezio Santalmonti, il mattino di puglia.

Sembra quasi che Bush un petroliere texano e le multinazionali di cui è lacchè, abbia degli interessi in Iraq, che ha mandato per una guerra ingiustificata (le armi di distruzione di massa lo sanno gli americani che non sono state trovate?) a morire molti più americani di quanti ne hanno uccisi i suoi uomini buttando giù le torri gemelle. E c’è ancora qualcuno che crede che le torri gemelle siano cadute per colpa di terroristi che non sapevano far decollare un cessna e dei quali dopo 2 ore si sapevano nomi e cognomi e si trovavano i passaporti, mentre 2 torri di 100 piani e 4 scatole nere erano ridotte in polvere da delle esplosioni controllate, e mentre Bin Laden (che, neanche questo sanno gli americani, non è neanche ricercato per i delitti dell’11 settemnbre) scappava in bicicletta per le verdi pianure talebane, mentre le tasse degli americani venivano spese a scaricare tutte le armi possibili e immaginabili con una data di scadenza ormai troppo vicina. SimplicioVerigol, Sera notizie.

Non credete a queste cose, guardate la televisione tutto il giorno, leggete tutti i giornali sovvenzionati dallo stato per sapere la verità ! Evviva l’America, evviva l’informazione, evviva la ridondanza e la corsa degli URSS al riarmo, abbasso la democrazia.