Tracce

Ovvero le tracce lasciate da Wayl sul World Wide Web, le persone che hanno accolto i suoi pensieri e, nelle sottopagine, quelle che hanno trovato ospitalità sotto la sua protettiva ascella selvaggia.

Annunci

19 Risposte to “Comparizioni”

  1. wayl Says:

    Scrivere un sacco di fesserie in un post su un blog di questa città, in questo pianeta del sistema solare nel braccio della spirale, in questo universo racchiuso in un cubo tenuto da alcune tartarughe è molto divertente. Ma, come si evincerà da questa sezione, è senz’altro più appagante commentare sui blog altrui. In particolare c’era un blog un tempo che parlava di informatica, e lo faceva con spirito faceto. Bei tempi, fino a quando l’amministratore nei suoi nuovi blog ha cominciato a scoraggiarsi, cancellando e moderando commenti.

    Le mie disavventure trascorse in quel divertente lido sono per la maggior parte racchiuse in questa sintesi del 90esimo minuto.

  2. wayl Says:

    Qualche tempo fa, in un luogo che purtroppo non ricordo, abbiamo avuto con un certo Louis una discussione legata al solito ai misteri della controinformazione. Ci siamo più che altro scherniti l’un l’altro alimentando comunque un interessante dibattito, anche se senza obiettivamente convergere ad un punto d’accordo. Fui stupito qualche tempo dopo di trovare nel suo blog Inquinando un link al mio, ma come dissi in un’altra occasione, dai piccoli tamponamenti della vita spunta sempre comunque qualcosa.

    Oggi tornando sul blog leggo un appunto di Louis sulla frustrazione nel combattere una guerra soli con le inefficaci armi del confronto là nello sconfinato mare della mediocrità.

    Addio, anzi se ho ben capito… arrivederci!

  3. wayl Says:

    Su barraliccu un sito molto piacevole che tenta di imporsi nella nicchia relativa all’informazione sulle piccole realtà locali della Sardegna, viene monopolizzato improvvisamente da post allarmati, che tentano di far luce sulla veridicità di un evento collaterale ad un problema gravissimo che in quei giorni affligge l’isola, l’arrivo senza che i sardi ne siano stati informati di carichi di mondezza da smaltire dalla provincia campana. Il fatto riassunto in questo post incapsula alcune delle più sporche e comuni vicende italiane.

    Baraliccu nella persona di seudeu, le cui fonti sono le catene di sant’antonio e giornali come “il sardegna”, si butta a capofitto a scrivere articoli su tale Riccardo Caria, e riesce a raggiungere in quei giorni, numerosissimi accessi grazie anche al fatto che i numerosi amministratori e redattori del sito non si fanno scrupoli ad utilizzare gli indirizzi email dei propri visitatori per pubblicizzare i loro post, dimenticandosi per sempre di parlare del vero problema che affonda intanto nella spietata melma del rumore mediatico, termine che ho coniato per l’occasione e che ora utilizzano anche negli USA.

    intervento numero 1) http://tinyurl.com/25s88w
    intervento numero 50) http://tinyurl.com/32qlr4
    intervento numero 52) http://tinyurl.com/2k9785

    Faccio comunque gli auguri agli ottimi propositi del sito il barraliccu e sopratutto a uno dei redattori, JeMp, che oltre che scrivere interessanti articoli su cultura e tradizione, usa rispondere sempre per suo conto e con cortesia, archivista e studioso di storia e con un sacco di interessi, e quindi probabilmente in grado di cernere con più criterio durante la scelta e l’utilizzo delle fonti, di seudeu che secondo il mio opinabile parere dal ’75 non ha ancora capito come funzionano la privacy, l’informatica, e l’informazione. Va detto che, anche se andava fatto prima di buttare una sant’antony chain sul sito, cerca alla fine di tutto questo le fonti, intervista le persone e insomma cerca finalmente di documentarsi, sparendo dal sito che respira finalmente una boccata di freschezza.

  4. wayl Says:

    Wayl ha posato nudo per alcune foto sul sito del rinomato blog della Trattoria Muvara. Ed è autore di alcune unità tra le migliaia di immagini riguardanti la nostra ottima cultura gastronomica.

    In particolare, una foto che ci sta molto a cuore, è quella che vede protagonista la mia mano nel classico segno della positività in seguito ad una positivissima serata in compagnia di Aioulik e Uncle Pigor.

    Prova Wayl Superata! (continua…)

  5. wayl Says:

    Sempre sul Barraliccu si continua con l’idolo del sito, Riccardo Caria. Ma stavolta si condisce con la fantasmagorica e strampalata storia di un attacco al sito che inizia in forma romanzata: “[…] Ci siamo accorti che qualcosa non quadrava verso le 23 di ieri notte quando ho cercato di postare un commento e non succedeva nulla […]”, quale stolto andrebbe mai a pensare a un pò di lag in rete! Invece era “un attacco di spam che impediva la pubblicazione in rete dei post, generando la sensazione che il blog non funzionasse”! In seguito alla generazione di queste sensazioni, difetti di percezione piuttosto, dicono però – “siamo riusciti ad identificare gli IP di partenza dello spam ed abbiamo allertato immediatamente la BSA (il server è in territorio USA)”. E qui immaginate la scena al BSA dello stato di allerta mentre i tecnici vedono i server forse ospitati da WordPress stesso, prima piattaforma blog al mondo, cadere perchè uno spammer ha spammato seudeu, che in un successivo commento spiega anche con la sua consumata naturalezza come funzionano queste elementari operazioni per buttare giù i server e che i responsabili salteranno fuori. Gli chiederemo più tardi chi è stato.

    Io, al solito, voglio esprimere le mie emozioni, ma ci sono sempre e solo gli alfieri di seudeu che si ergono a scudo, che rispondono solo loro e io non mi diverto.
    http://subarralliccu.wordpress.com/2008/01/18/cosa-succede-in-citta/#comment-561
    http://subarralliccu.wordpress.com/2008/01/18/cosa-succede-in-citta/#comment-563

    In particolare un certo Rocio, che commenta solo su baralliccu e sul mio blog, appendice dichiarata di seudeu, come farà notare un altro lettore (deduzioni a rendere), mi risponde con la sua solita brillantezza e con sempre più schiuma alla bocca, sostenendo che dovrei essere io a parlare dei reali problemi, e non un sito che pretende di fare informazione, e che ha un numero di visite così alto, anche grazie alla loro di spam. Seudeu intanto continua a vivere di stenti per cercare in giro articoli su Riccardo Caria. Qualche giorno più tardi uscirà un nuovo articolo. Indovinate un po’ di chi parla? Questo intanto finisce con un’altra ilare chicca di seudeu a cui vengono fatti i complimenti da un tipo (o tipa) che magari fa parte della trinità e che parla con il tipico intercalare:

    deb (ma che c…) said 14 hours ago:
    io mi sto intrippando troppo a leggere questi aggiornamenti…grande lavoro…cazz seudeu mi sa che hai un sacco di cose da insegnare su come si fanno le indagini giornalistiche… 🙂 degno di Bernstein e Woodward giuro!

    Questo essere che parla così cita Woodward e Bernstein consentendo magicamente a Seudeu di sfoggiare la sua conoscenza senza lacune… cazz… se non un appropriato utilizzo dei motori di ricerca, e di rispondere con la classe che ormai conosciamo e con un pizzico di controllata modestia:

    Seudeu said 7 hours ago:
    All the President’s men…..
    Complimento eccessivo a mio parere. Grazie

    Lo scambio di sviolinate, e la stracitata mastelcard, e tutto il resto sprofonda nel ridicolo. Si continua con discorsi solipsistici dove Seudeu prende come punto di riferimento mediatico l’informazione degli USA (!!), e snocciola in maniera paterna buoni consigli su come diventare giornalisti. Egli è responsabile di altre chicche che trovate sparse in giro per internet. Ad esempio un giorno, inciampato ancora una volta in una catena di sant’Antonio, sua fonte per antonomasia, spiegava come dimostrare con un’operazione di equalizzazione che il famoso foglio di appunti del Berlusca che circolava in giro per internet era un falso. Dal buio dei commenti successivi parte immantinente un sonoro pernacchio.

    1. wayl Says:

      Dopo un po’ di tempo ho trovato SeuDeu pure qui:

      http://www.youtube.com/comment_servlet?all_comments&v=EnBnsiRsKlA&page=1

      Il mio commento è: “Oddio!”

  6. wayl Says:

    Wikipedia rappresenta l’informazione in maniera democratica. E così anche la disinformazione. Questa qualità viene messa in evidenza in un paragrafo della discussione relativa all’articolo sugli attentati dell’undici settembre. Qualcuno fa notare come l’articolo risulti degenere sopratutto per quanto riguarda i termini utilizzati rispetto alla realtà dei fatti documentata dai canali d’informazione liberi dal controllo delle multinazionali del potere. Le teorie che vanno contro la conoscenza comune dei fatti sono riportate in opere giornalistiche molto ben documentate (i.e. Zero, Inganno globale), in video montati per essere accurati e completi (i.e. Loose Change 911), e in una serie di cause legali e mediatiche perorate con criterio.

    Sembra che successivamente ai ripetuti commenti nelle discussioni, l’articolo sia stato poi limato, forse comunque non a sufficienza, ma eliminando parole come teoria complottistica, etc., per corrispondere alle esigenze della veridicità che wikipedia tenta di raggiungere.

  7. wayl Says:

    Alcune ragazze di una quinta liceo imbastiscono una simpatica iniziativa nei confronti del cantante Imbroh, confezionando per lui un improvvisato fans club. Imbroh una sera, per ringraziare in forma scherzosa le suddette ragazze ricama un divertente articolo sulla vicenda tessendo attorno all’evento la trama di un concorso delle quali loro sono le vincitrici.

    Le reazioni conseguenti a queste operazioni di maglieria sono paricolarmente interessanti dal punto di vista psicologico e sopratutto assolutamente inaspettate da parte dell’autore del blog e dai numerosi visitatori suoi amici, che avvisati da una sua mail di spam si sono raccolti, commentando, attorno al caldo post. Le ragazze cominciano infatti ad esplodere infervorate frasi del tipo:

    povero illuso…mi sembra ke rimarrà uno dei tuoi sogni dato che sicuramente l’hanno fatto per prenderti in giro!fatti rapire ancora dagli alieni che è meglio!

    Prima di tuttto groupies saranno le aliene che abitano la galassia accanto alla vostra e se il premio per la nostra dolcezza e gentilezza nell’aver formato un fankleb4Imbroh per aiutarlo ad inserirsi nel giro in del nostro liceo [come se imbroh avesse avuto bisogno del supporto di un pugno di minorenni n.d.w.] è il corso per diventarlo […] alla festa di natale eravamo in pieno fervore per l’arrivo dei regali e ben poco abbiamo delirato per il giovincello dai lunghi capelli come racconta lui

    Imbroh tenta in maniera impacciata di abbozzare una lunghissima risposta di scuse e precisazioni, e mentre richiama gli amici per supportarlo nel demistificare le streghette, queste continuano con la loro querelle. Intanto quel simpaticone di Dangp inserisce una frase del tipo: “PS: è tutta colpa di Wayl ecco!”, ma nonostante questo non si riesce purtroppo a concentrare l’attenzione su di me.

    Un altro fatto degno di nota, è che il più bellicoso personaggio antimoderazione (nei suoi confronti), ovvero il nostro amardildo si trova cancellato un suo commento!!! e dal momento che per rispetto sono diventato uno dei più solerti numi tutelari dei suoi pensieri sull’web, riporto qui, riesumandola, la sua divertente riflessione, all’interno della quale beccheggia sulla tastiera scimmiottando un adolescente dei giorni nostri e citando la solita maria de filippi, icona nella nostra controtendenza sempre così fuoriluogo.

    Care amike, vi skrivo in italiano di kuello moderno kosì lo kapite anke voi kosa voglio dire.
    1° se siete di kuinta, auguri al professore.
    2° Imbroh è vi ha simpatikamente dedikato una pagina dove siete tutte belline e voi per ringrazioarlo lo pigliate per maniako, quando lui è il re del sentimento (di un kolore …’bastanza buono).
    3° groupie è ki la groupie fà.
    4° fate la pace invece di leggere il cioè davanti a maria de filippi askoltate il bellissimo cd di imbroh!

    Grande. Quello che c’è da chiedersi è: siamo noi che passati ormai nella sponda dei matusa e del governo non riusciamo a immedesimarci più nei giovani d’oggi, e a prevederne le sconcertanti mosse, oppure come sembra più ovvio i giovani d’oggi lobotomizzati da una cultura fatta di vuoti spinti, hanno l’intelligenza del pavone? Dal momento che noi con il governo non ci siamo proprio, propenderei per la seconda ipotesi, anche perchè emani un odore nauseabondo.

    Il post è stato cancellato dopo qualche giorno. lo ringrazio il suo autore con impeto per averci dato la possibilità di partecipare a una così incredibile vicenda.

  8. wayl Says:

    Su Disorientada, il blog di Cristalline, un blog di pensieri personali uncategorized di una ragazza davvero carina, si trova una delle più stravaganti, superficiali e riduttive considerazioni sulla morte.

    http://cristalline.wordpress.com/2008/01/10/non-ho-paura-della-morte-ma-quando-arrivera-spero-di-non-esserci/

    Anche questi post vengono attraversati da dei commentatori folli che idolatrano paraticamente qualsiasi cosa.

  9. wayl Says:

    Nel lontano 2008 io è lo zio Moretti facciamo amicizia con una simpaticissima ragazza che ha avuto un invenzione divertentissima. Una blog-novelas, dove i personaggi arrancano per le impervie strade delle loro vite cercando rifugugio nel quore di una ragazza che si prostituisce per gioia, per professione, forse per passione. La nostra conoscienza inizia con un’astioso battiribecco che ci rende poi immediatamente la zia francis simpatica. Lei ci spiega che ha fatto dei corsi di scrittura ottimizzata, e a noi racconta della sua nuova opera. E noi decidiamo subito di promuovere la sua fantastica idea. Riporto qui un frammento delle sue testimonianze lasciate sul blog.

    – Dopo aver fatto un corso avanzato di motori di ricerca e search engine e un altro di scrittura ottimizzata […]
    – Caro Wayl, hai proprio ragione, sono la stessa cosa. Comunque va molto meglio, stò facendo chiarezza […]
    – Wayl non sò cosa pensare: sei uno di quelli che nelle favole alla fine si rivelano buoni o che fingono di essere buoni ma in realtà sono cattivi?
    – Intedi i link? Ho la lista dei blog amici con cui comunicare privatamente?
    – Buonasera Wayl e buonasera anche […], sò che è già passata l’ora del thè ma siamo ancora in tempo vero? […]
    – i biscotti li ho mangiati tutti da sola ieri, se vuoi ho ancora del pandoro con goccie di cioccolato!

    Sono piccoli momenti che ricordiamo con piacere, speriamo davvero un giorno di conoscere questa estroversa e capace scrittrice, anche se lei giustamente di noi diffida!!! Un abbraccio;

  10. wayl Says:

    Girovagando per i blog di wordpress ho trovato il blog di blackdevil. Il blog di una mente open source sotto licenza GPL, ricolmo della disperazione di un giovane in cui mi sono subito rispecchiato (nel giovane non nella disperazione). Ho condensato il mio pensiero sulle nostre vite al mio primo passaggio, ma ho letto spesso e volentieri tutte quelle storie così private spiattellate con tanta aria ai denti che sembrava nessuno potesse mai scovarle. Peculiare. Come la scelta di dove far atterrare il suo primo commento.

    Ce ne fossero di giovani di tal guisa. O forse è meglio ignoranti, felici e spensierati? Perchè giacendo a bell’agio, ozioso, s’appaga ogni animale; Me, s’io giaccio in riposo, il tedio assale?

  11. wayl Says:

    Ciao Aiuolik, il tuo cheese cake è una delle cose più belle che mi sia capitata nella vita, mi ha deliziato il palato e rinfrancato lo spirito, e mi ha fatto passare quello stato comatoso che il mio apprato digerente stava soffrendo. Complimenti davvero. Ora è nello sfondo del mio cellulare!! 🙂

    Siete riusciti a rendere artistica persino una pietanza nomade come il frigo mix. Complimenti, e ricordatevi di me quando farete il concorso migliore assaggiatore dell’anno!

    A come Austria, A come la A di MuVarA, o A come america?

    Indovinate di chi sono i pollici e gli studi comparati sulla forma della ciambella?

    Wayl

  12. JeMp Says:

    ciao wayl.. sottovaluti seudeu e sopravvaluti me 😉 a presto

  13. wayl Says:

    Passato per caso da quelle parti mi è capitato qualche tempo fa di seguire un bellissimo seminario organizzato dalla SUN Microsystem. Avendo quel venerdì sera la mia consueta partita a golf e non potendo salutare di persona tutti gli speakers ho deciso di lasciare un commento di complimenti in alcuni dei loro blog. Continuando a leggere qua e là, do una conferma ulteriore alla credenza popolare secondo la quale i javisti sono amanti della buona cucina. In particolare mi colpisce l’articolo relativo alla Casa del Pescatore all’interno del quale si promuove in particolare il mitico primo della pasta ai ricci.

    Il giorno dopo mi sveglio con un fortissimo desiderio latente di pasta ai ricci e mi accingo col Gazzov a farne una piccola scorta personale per il finesettimana che sta per giungere funesto. Ma come spiego in questo commento:

    Dopo aver commentato sul blog ieri, mi è caduto l’occhio su questo post e ho sentito la necessità di andare a cacciare il famelico predatore. Ma non essendo state le acque di Cagliari generose, ho seguito direttamente il consiglio di Gerda e indovinate chi ho trovato ospite dal Signor Pescatore?

    Ho incontrato Stefano Sanna, sì proprio lui, il mitico Guru di Java! Infatti ho approfittato immediatamente della sua enciclopedica sapienza …per chiedergli altri preziosi consigli sulla cucina sarda. Ma lui era già fuggito con un dispositivo elettronico a immortalare il cuoco dentro le cucine che nel mentre stava saltando al fuoco il nostro delizioso primo.

    Ottimo consiglio, abbiamo goduto come solo i javisti sanno fare e anche io voto per la sua nuova guida! Ora scusate ma dopo un pranzo così devo fare un Thread.sleep di qualche milione.

    Una giornata seminuvolosa, con correnti ioniche accompagnate da un debole anticiclone con sbalzi di pressione e spioventi sulla costa nord occidentale, mare poco mossi tendenti al peggioramento, cambiata da un piattone di goduria con poco riccio ma con molta simpatia, cordialità e una conoscenza esatta della nostra posizione.

  14. wayl Says:

    Tutti abbiamo un amico smanettone. Il mio amico smanettone è DanGP, è bravissimo con Linux, Internet e tutte queste cose tecnologiche che noi mortali non riusciamo a comprendere fino in fondo. Lo trovo spesso messo là in un angolo buio con il suo panetto di ascisc che sta tentando di entrare in un computer di una banca (ma solo per studiarne le vulnerabilità) o sta facendo degli scherzi incredibili nei desktop dei suoi amici. Colgo con questa comparizione l’occasione per salutarlo e per ringraziarlo delle ultime dritte sul comando finger.

    Egli ha un blog che si occupa di controinformazione, bisogna dire che è stato lui a lanciare questa moda, i blog che parlano male dei politici, il blog di Beppe Grillo etc., e volendo io lasciare traccia in questa importantissima landa su internet ho deciso di scrivere una considerazione relativa ad un suo articolo:

    D’accordissimo con Dangp. Volevo solo dire che abolirei dall’informazione libera frasi demagogiche come “pensando che gli Italiani avessero la memoria corta” o “gli italiani lo sanno…”, gli italiani (il 95%) sono dei coglioni ignoranti, non sanno niente e non gliene frega niente di come stanno andando a finire. Fanno finta di disdegnarsi di cose che neanche capiscono e dimenticano tutto appena accendono il cubo tv lobotomizzante. Non hanno la forza di reagire a nulla perchè non hanno palle e perchè sono troppo stanchi visto che hanno lavorato tutto il giorno per colmare il deficit pubblico e per tutelare il prezioso tenore di vita dei nostri signori padroni.

    A questa considerazione risponde subito l’amico Christian che decide come suo solito di perorare la causa del popolo di cui per fortuna o purtroppo fa parte. Di qui l’idea di cominciare un dibattito acceso e mettere nel panico i server super criptati del buon DanGP per studiarne l’affidabilità. Complimenti, il suo server e la sua psiche hanno resistito entrambi.

  15. wayl Says:

    Sono onorato di comparire nel fantastico e pluripremiato blog del carissimo compare Pistocchio, amico dei giorni più lieti, di tutti i suoi segreti che confidavo a te.

    Nues, fantastica rassegna dei fumetti nel mediterraneo, è stata quest’ultima volta ospitata a Cagliari, città dove le occasioni per incontrare personaggi del calibro degli autori che abbiamo potuto conoscere non mancano. Tenetevi aggiornati sul blog di Nues, perché vale la pena di riscoprire l’arte del fumetto, degli anime e dei manga d’autore troppo trascurati dalle nuovissime generazioni.

  16. wayl Says:

    Triste a dirlo ma un blog che sembrava interessante si sta rivelando un altro caposaldo della tirannia nell’informazione.

    http://violapost.wordpress.com/ conta decine e decine di commenti in moderazione quando non si confanno alle pretese degli autori dei post. In particolare un certo Malerba (vedi i pessimi post su Google Plus).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...