Eccomi a Estoril, dove ho conosciuto un sacco di nuovi amici, simpaticissimi, enigmatici, con tante cose interessanti da raccontare, quelle cose che un po’ ti spaventano, un po’ ti fanno riflettere. Quei tipi che salutano i granelli di sabbia che calpestano, che deambulano alternando l’utilizzo degli arti e che rimangono interdetti quando gli si taglia la strada come non esistessero. Individui con il sorriso e la carezza pronti per le persone in difficoltà, con una punta di malinconia nel cuore e un cappuccio nero in testa. A presto mie inseparabili nuove amicizie. Dedicato a Margola.

Annunci