ottobre 2007


Pedofagia

Un mio amico fa il medico oculista. E come tutti i medici tenta in maniera maldestra di curare le persone. In più è italiano, e come tutti gli italiani fa le cose in maniera superficiale e arraffazzonata. Ha conosciuto questa estate una bella ragazza dell’est, con il suo ombrellino decorato, il suo tatuaggetto sul fondoschiena e se n’è subito innamorato. Per sbalordirla, ha tentato di porre rimedio ai continui malditesta di lei diagnosticandole un astigmatismo ipermetropico composto. In seguito alla diagnosi, peraltro corretta ha però scambiato nel reperto corneale l’occhio destro con quello sinistro. Dopo che l’ottico montò le nuove lenti, lei disse di vederci doppio e molto sfuocato, ma lui la assicurava che era tutto a posto e che il suo occhio si doveva solo “abituare” alla nuova condizione.

Quando tornò a Klapedia il suo ottico di fiducia le rifece una veloce visita, chiedendole accigliato chi avesse attentato così spudoratamente alla sua salute. Lei infuriata gli spiegò tutto e nella foga prese a raccontare le disavventure che avevano costellato la sua breve vacanza. I treni sempre in ritardo, la scortesia e l’inefficienza dei croupiers che nelle sale d’attesa aeroportuali e nelle file interminabili agli uffici pubblici non erano in grado di dare un’informazione comprensibile. Spiegò che in Italia le cose si fanno solo per sport o per piacere. Parole come dovere, meticolosità o precisione non si confanno alla nostra indole di popolo ignavo e polentone. Delegare un compito ad un italiano è un’opera di carità che non sempre puoi permetterti date le circostanze di emergenza in cui sei solito trovarti.

Io a malinquore ho dovuto dare ragione a Jenny Star, la bella e irruente ragazza russa, sopratutto dopo che lui riassunse la storia con un riduttivo e quantomeno superficiale “può succedere”. Infatti anche io da poco ho dovuto effettuare sul mio corpo un veloce intervento di isterectomia parziale con annessiectomia bilaterale e sospensione della cupola vaginale ai legamenti uterosacrali. Affidarmi ad un medico chirurgo mi sembrava azzardato, ho dovuto quindi affrontare il problema come al solito, con lo studio, la progettazione, l’implementazione e lo sviluppo, e risolverlo con i soliti mezzi della nonna: un pizzico di buona volontà, una sacchetta di aulin e alcuni strumenti utilizzati notoriamente dai terroristi dell’undici settembre: i contonfioc.

Annunci

Er Papa

Due ragazzi, insieme, dico ormai da tempo, stavano per festeggiare il loro trentaquattresimo bioanniversario da coppia di fatto. Il sole ormai stava per essere smaltito dal grande cratere di una delle sei lune previste dal camerlengo, quando lui, che finalmente riusciva a trovarsi solo nella stanza delle riserve energetiche con la sua amata, aprì quella confezione in cartone biodegradabile ormai disintegratasi nelle sue mani.

– “Cara, questo è per te.” – Disse con un sorriso timido e una guancia in putrefazione. – “Oiamommia, ma è a tipo un diamante a impatto zero! Ceh, grazie!! Diamantissimo!!” – Lui le sorrise e incastrò la mano nei suoi capelli. Lei pensò di abbracciarlo ma proprio in quel momento un terzino dell’Empoli segnava una interessantissima autorete, ed esclamò: – “Oia ceeh, tutta quanta!” – Lui allora un po’ interdetto continuò: – “Stasera voglio offrirti una cena a lume di elettrolisi, ieri mi sono comportato proprio come un eco-mostro. Ma sai quanto tengo al fatto che il nostro bambino goda di uno sviluppo sostenibile, ittastoccada.” – “Lah, sceddhaun, preoccupandoti a tipo… oiaaa!” – “Ehm,” – bisbigliò lui controllando un moto convulso della palpebra mentre lei faceva zapping su Maria de Filippi – “ho appena dissotterrato per te alcune genziane omg, piantate l’anno degli ecoincentivi, quando ti ho conosciuta rovistando tra i pneumatici.” – “Sceddauh! Piacendomi troppo, Ceeeh non faiii!! Mi infilo le scarpe a tipo per raccogliere i crackers da terra e arrivo. Ittaaa, oia! Puoi spegnere tu i termovalorizzatori che il tronista è facendo?” -“D’accordo,” – disse lui – “produco un paio di chili di biomassa e andiamo! EEEuunllampuuuh!!” –

La mano e la penna

Ricevo migliaia di lettere ogni giorno dai lettori del blog che dopo la clamorosa censura di Levi e Prodi auspicavano il suo ritorno. Sono commosso per la vostra attenzione nei confronti di questo angolo di internet dove possiamo trovare un pò di conforto e di serenità, e spero di continuare con il mio lavoro di benefattore reimpastando ancora qualche post sotto i 5 commenti. Le petizioni inviate al consiglio dei ministri sono tutte molto belle, ne riporto qualcuna in rappresentanza di tutte le altre.

Caro zio Wayl, quando il mio gabbiano e’ venuto a mancare era novembre e c’era l’alluvione. Io avevo scoperto da poco di avere la gotta, ma tu con il tuo blog e il sorriso mi davi ogni giorno forza e speranza. Poi sei cresciuto; fin da piccolo hai mostrato un grande interesse per la danza; ricordo che il tuo sogno era andare a finire in TV e una volta hai scippato una vecchietta per poterti comprare la scuola di danza; Io dapprima ho perso le staffe e mi spiace per tutte quelle brutte parole ma poi ho capito che per te era veramente importante e oggi sono qui a farti i miei migliori auguri perche’ tu possa veramente un giorno diventare famoso e fare quello che desideri. Non trovo le parole per dire come ti voglio bene. Non ci credere a tutte quelle persone invidiose e cattive che ti dicono che tu non sei bravo di cantare; sono tutte persone che parlano solo per invidia tu vai dritto per la tua strada che ce la farai e sono qui questa sera per farti i miei migliori auguri e spero che tu possa un giorno guadagnare tanti soldi. Pasqualina Chanterbury.

Carissimo Wayl, sereno pescatore del nord europa. Ricordo ancora quando sei venuto alla luce era dicembre e c’era la neve. Io avevo acceso un mutuo per comprare la roulotte in cui abitavamo, ma tu con il tuo sorriso mi davi ogni giorno forza e speranza. Poi sei cresciuto; fin da piccolo hai mostrato un grande interesse per il cinema; ricordo che il tuo sogno era andare a New Orleans e una volta hai venduto il gatto al ristorante cinese per poterti comprare il cantatu’ con gli ultimi brani di gigi bridggiuoter; Io dapprima ho perso le staffe e mi spiace per tutte quelle brutte parole ma poi ho capito che per te era veramente importante e oggi sono qui a farti i miei migliori auguri perche’ tu possa veramente un giorno diventare famoso e fare quello per cui hai anche ucciso un numero di persone. Non trovo le parole per dire quanto ti sia vicino. Non ci credere a tutte quelle persone permalose e velleitarie che ti dicono che tu non sei bravo di ballare; sono tutte persone che parlano solo per cattiveria tu vai dritto per la tua strada che ce la farai e sono qui questa sera davanti al compiuter per esprimere tutto l’affetto che ho per te e spero che tu possa un giorno guadagnare tanti soldi. Alessandro Bentegoster.

Signor Wayl, baluardo della controinformazione, quando il mio gatto è entrato in calore era marzo e c’era freddo. Io avevo 15 anni, ma tu con le tue frasi difficili e piene di italiano di ultimo livello mi davi ogni giorno forza e speranza. Poi sei cresciuto; fin da piccolo hai mostrato un grande interesse per la televisione; ricordo che il tuo sogno era andare a Cinecitta’ e una volta mi hai rubato i soldi che mi servivano per consumare quattro pasti in padella per poterti comprare la batteria; Io dapprima ho perso le staffe e mi spiace per tutte quelle botte che ti ho dato ma poi ho capito che per te era veramente importante e oggi sono qui a farti i miei migliori auguri perche’ tu possa veramente un giorno diventare famoso e fare quello per cui sei venuto a noi. Non trovo le parole per dire come ti stimo. Non ci credere a tutte quelle persone voluttuose e con lo sporco nella bocca che ti dicono che tu non sei buono a parlare; sono tutte persone che parlano solo per astio tu vai dritto per la tua strada che glielo farai vedere e sono qui questa sera per farti i miei migliori auguri e spero che tu possa un giorno prenderti quella macchina che tanto sogni. Ma non passare col rosso. Johannson Pinnigas.

Grazie a tutti e, continuate a scrivere numerosi, cercherò sempre di rispondere a tutti. Wayl.

Saddam

E il fruttosio è al gusto di pesca acerba. Sarebbe sufficiente smettere di essere contro la pena di morte dal momento che non esiste altro modo per vendicarsi che liberare un uomo dalle sue sofferenze. E poi ce l’avete tutti con gli americani, che invece con tempistiche che fanno invidia a qualsiasi burocrazia hanno messo bavaglio e corda al povero signor talpa che viveva in un buco mangiando mars, invece che farlo pagare scontando la sua pena e facendogli sputare sangue e tutte le verità su quello che era successo. Per lui era migliore una morte che gli da dignità, che se possibile ne fa un martire. Tutti ce l’avete contro gli americani che hanno avuto strana pietà di uno dei peggiori tiranni del nostro secolo, che magari avrebbe calunniato dicendo che le armi di distruzione di massa non sono state trovate, o che la spesa degli occidentali per combattere una guerra pazzesca in un francobollo di terra brulla sembra ingiustificato. E basta parlar male di tutte le guerre che Bush sta promuovendo, lui vuole liberare il mondo e invece tutti ora lo odiano e tutti i terroristi vogliono fare la guerra al popolo americano e noi occidentali che appoggiamo la sua corsa all’oro (nero). Lui vuole solo prendersi cura dell’Iraq, lo so che non si interessa delle più cruente guerre in Cecenia, in Somalia, in Palestina, in Cecenia, nel rione secondigliano e nel resto del mondo ma non può certo fare tutto lui! Dobbiamo aiutare Bush, votarlo dieci, cento, mille volte, armarci e farci la guerra, così come stanno facendo i russi per paura degli americani, e uccidere chi non è d’accordo con noi buttandogli giù la casa e dicendogli che sono stati i marocchini a colpi di tappeto. O Bin Laden che ha suonato un campanello e poi è scappato via con la bicicletta che aveva la catena incastrata. Leggete cosa scrive la stampa libera, comunista:

Zucchero SaddamGli americani ne hanno fatta un altra delle loro. Quei bigotti che sono per la vita dell’uomo e ne promuovono la morte hanno ucciso un’altra persona: Saddam. I pro: un tiranno in meno. I contro: nuove impressionanti rivolte, tantissima gente uccisa, nuovi efferati omicidi, nuove ondate di terrorismo e sopratutto la messa a tacere di un uomo che poteva dire cos’era successo davvero in Iraq, e per quale motivo Bush ha fatto persino buttare giù le torri gemelle per invadere un francobollo di terra brulla quando invece nel mondo ci sono centinaia di guerre più sanguinarie della quale l’america e i suoi sudditi (le multinazionali e l’informazione pilotata dai mass media) non si interessano. Lucrezio Santalmonti, il mattino di puglia.

Sembra quasi che Bush un petroliere texano e le multinazionali di cui è lacchè, abbia degli interessi in Iraq, che ha mandato per una guerra ingiustificata (le armi di distruzione di massa lo sanno gli americani che non sono state trovate?) a morire molti più americani di quanti ne hanno uccisi i suoi uomini buttando giù le torri gemelle. E c’è ancora qualcuno che crede che le torri gemelle siano cadute per colpa di terroristi che non sapevano far decollare un cessna e dei quali dopo 2 ore si sapevano nomi e cognomi e si trovavano i passaporti, mentre 2 torri di 100 piani e 4 scatole nere erano ridotte in polvere da delle esplosioni controllate, e mentre Bin Laden (che, neanche questo sanno gli americani, non è neanche ricercato per i delitti dell’11 settemnbre) scappava in bicicletta per le verdi pianure talebane, mentre le tasse degli americani venivano spese a scaricare tutte le armi possibili e immaginabili con una data di scadenza ormai troppo vicina. SimplicioVerigol, Sera notizie.

Non credete a queste cose, guardate la televisione tutto il giorno, leggete tutti i giornali sovvenzionati dallo stato per sapere la verità ! Evviva l’America, evviva l’informazione, evviva la ridondanza e la corsa degli URSS al riarmo, abbasso la democrazia.

Demone Giallo

Vendo bici, come nuova. Cambio shiamano semi-automatico (salta automaticamente senza bisogno di toccare il cambio), pedale autoestraente con autonomia fino a 2,5km, telaio robusto in ferro saldato come li facevano una volta, perchè la saldatura tu la vuoi toccare con mano, non come quelle nuove leghe. Pedale basculante per non atrofizzare la caviglia, freni disponibili per velocità sotto i 40km all’ora dopodichè saltano automaticamente senza necessità di agire con utensili appositi. Fantastico sellino in plastica ergonomica per tragitti impegnativi, corredo di supporto per contachilometri con circuitatura aperta per evitare danni al dispositivo, cambio registrato in modo da poter utilizzare solo alcune tra le marce più importanti. Vendo senza ruota di davanti a soli 49.80€, di meno delle migliori offerte a città mercato.

La bici è stata utilizzata dai Ghostbusters per acchiappare i fantasmi. L’autore Hugh Anthony Cregg III ha citato in giudizio Ray Parker Jr. per la somiglianza con il brano “I want a new drug“. La causa milionaria e’ stata vinta dal cantante californiano il cui pseudonimo è stato utilizzato per rendere omaggio al guerriero del vento delle cinque forze di Nanto, e la cui canzone è stata nuovamente plagiata dal gruppo Elio e le storie tese con il brano “La donna nuda“. L’anagramma e l’acronimo dello pseudonimo vengono utilizzati ancora oggi per destare scalpore all’interno di sistemi isolati di persone sconosciute.