Er pizzaro

Ieri 9 luglio 2006 per le strade d’italia c’era gente che urlava, che ringraziava, che lacrimava, perchè da quel giorno gli italiani sono nuovamente Campioni del mondo. Ma campioni di che cosa? La gente che piangeva di felicità e quelli che quella notte si sono spaccati in tutti gli incidenti che abbiamo visto durante una delle indimenticabili passeggiate nella Cagliari fantasma con lo zio Moretti, ha ben pensato di tifare dei personaggi che come zidane (premiato migliore giocatore) oggigiorno prendono fior di miliardi in un giro di soldi che fa invidia alle più criminose multinazionali, mentre il mese non è più abbastanza corto per lo stipendio preso una famiglia media.

L’italia ha vinto solo una cosa ieri: il mitico mongolino d’oro. Perchè gli italiani continuano a essere distratti da questi eventi seppur importanti, futili al confronto delle tragedie politiche, economiche, ecologiche, sociali a cui ormai abbiamo fatto il callo. Ad esempio oltre la vittoria dell’italia, sono successe altre cose domenica di cui non si è parlato molto: mentre Prodi diceva che la competizione sportiva è quello che conta in questo momento, che il reddito sia dello 0.1 o dello 0.6% in più o in meno non conta, la Korea si diceva pronta ad una guerra totale… e al governo NON è stata approvata una legge che avrebbe impedito ai condannati per mafia di prendere parte al giudizio nei processi (un pò come lasciare ai killer le chiavi di una sagrestia), e la gente esultava nelle strade stordita proprio come ai tempi in cui i crimini commessi da Berlusconi venivano cancellati da un colpo di spugna mentre i media si concentravano sulle vittorie del milan. Comunque ben venga un momento di festa in questi duri giorni. Quindi forza italia!!!……. ah no, dimenticavo, ci hanno tolto anche il nostro urlo di gioia.

Annunci