Cioccolato addio

In natura succedono delle cose sconcertanti. Una delle mie vicine più graziose, lavora a 50 metri casa in un negozio di laminati plastici ed è stata completamente deturpata dalla crescita abnorme del suo stomaco. E’ una cosa disgustosa, la causa è stata individuata nella imminente nascita di un cucciolo di essere umano. Anche se così non fosse, la maggior parte delle volte il motivo di questa putrescente modifica corporale è quella.

Non è accettabile il fatto che una ragazza dolce e carina come lei sia stata deturpata nell’aspetto in maniera così pesante. Oltretutto si sa, in queste condizioni non si riesce più a camminare bene, non ha niente della sua passata leggiadria, perde liquidi da tutte le parti e fa rumori innaturali. Ora è deformata, inguardabile. Non oso pensare al momento in cui dall’orefizio della donna di cioccolato uscirà questo bambino viscido pieno di frattaglie insanguinate. Lei cerca di sorridere, e nonostante il suo aspetto grottesco trasmette una tenerezza che ti impedisce di evitargli uno sguardo di amichevole compassione.

Non si spiega questo cattivo gusto di far uscire questi animaletti informi e gracchianti tutti in una volta, da un varco che ha mantenuto fino all’altro ieri una purezza incontrastata, e che ora viene squartato, slabbrato, e reso malfunzionante per il resto della vita. Io sono disgustato, vorrei che si tornasse alle cose naturali come la cicogna, o uscire da una pancia normale magari con anche della luce attorno.

Annunci