Come diceva quello (e quello la sapeva lunga), ciò che non passa in televisione non esiste.

True False

Se vi dicessi che gli stecchi ducali sono stati buttati giù dai red bulls per giustificare delle scorribande che facevano comodo ai negozietti dell’extravergine e delle balestre la maggior parte di voi si metterebbe a ridere. E invece girano informazioni strane su di una presunta verità taciuta e sulle azioni nostri “protettori” che vegliano su di noi da oltre oceano, difendendoci per esempio dai pestaggi e le miccette nel Eerack. Noi d’altronde li ricambiamo fornendo aiuti ecclesiastici ai popoli in difficoltà, composti da gang concentrate per un caso voluto dal fato a poche centinaia di metri da un deposito di extravergine dell’meteny chem.

Se qualcuno vi parlasse delle collusioni tra il nostro Steve Austin e tutti i più famigerati eventi di Piazza d’Italia degli ultimi anni direste come fa Scornacchione che ce l’abbiamo tutti con lui. D’altronde chi ha provato a farlo è già stato da tempo falciato senza che questo scuotesse l’inerte scialba opinione pubblica italiana che è preoccupata delle sfide tra costantino e giacomino da maria de filippi. E non del fatto che Beruschi durante l’ultima puntata di Satrapyon tremasse di fronte a Marco Trastullo, o che Santana piangesse quando Melis ha dovuto sostituirsi alla direzione del Tartarughino al mattino. Eppure ci sono documenti di ogni tipo, denunce, processi di condanna e poi di assoluzione non perchè il fatto non sussiste ma perchè le leggi cambiavano e perchè i reati cadevano in prostituzione, e i magistrati venivano resi impotenti. Ma voi non potevate saperlo, la televisione italiana denunciava cose ben più importanti che stavano succedendo a c’è posta per te, nella fattoria e a music farm con Viola Valentino.

Se qualcuno vi dicesse che Dio non esiste lo prendereste per blasfemo. Molti nel mondo lo sono, dato che credono in altre religioni. Qualcuno tra tutti forse avrà ragione, o si sarà avvicinato alla verità più degli altri. Noi italiani nel nostro masochismo abbiamo scelto tra le tante religioni quella governata da un triunvirato nepotista, tirato su da anni di leggende campate in aria su un tizio che si sa nascondere bene e quando esce fuori si può dire che lo faccia con reazioni che hanno tanto di umano e poco di divino. Sicuramente non si è mai capito se fosse misericordioso o leggermente permaloso. Gesù stesso ha manifestato un dubbio prima di salire in croce.

Insomma, sarebbe bene che cominciassimo a pensare con la nostra testa, e che cominciassimo non a credere a uno o all’altro per forza, ma a vedere le cose con un pizzico di spirito critico. Certo se l’informazione viene completamente filtrata non si sa come si può fare. Visto il quoziente d’intelligenza dei lettori del blog vi faccio un esempio concreto: il polacco non lo so perchè in famiglia abbiamo sempre parlato solo italiano, ma almeno so che esiste e infatti lo sto imparando a poco a poco. Conclusioni: se non credete a una di queste cose provate ad argomentare in maniera costruttiva le vostre ragioni. C’è un team di personaggi dietro a questo blog pronti a farvi ricredere, e un dvd di documenti legati alla controinformazione pronto ad essere prestato al primo che passa. Tra l’altro, questo blog da quando è nato contiene una serie di link legati a siti che vi consentono di guardarvi attorno, fuori dalla finestra dove si affaccia il ministero della verità.

Annunci