Google Sky Map

Provate a cercare un file su tutto il vostro harddisk basandovi solo sul nome e calcolate il tempo che il vostro computer impiega per trovarlo. Adesso immaginate di dover cercare lo stesso file partendo da 2 o tre parole del contenuto, sparse in qualsiasi modo e chiedete anche al vostro computer di calcolare un punteggio che indichi l’accuratezza del risultato ottenuto basandosi su un calcolo della distanza tra le parole presenti all’interno del documento stesso. Adesso immaginate di chiedere al vostro computer di controllare se le parole sono state scritte bene e di accorgersi di questo in base al controllo quadrimensionale di tutte le parole presenti sul file e su tutto l’hard disk. Fatto questo immaginate di voler cercare queste parole non solo sul vostro hard disk ma su alcuni hard disk che contengono tutto quello che è mai passato su internet da qui a 20 anni, compresa la vostra richiesta su un forum 15 anni fa dove chiedevate quale comando si utilizza sul vostro nuovo modem a 9600 baud per aumentare il volume dell’altoparlante. Confrontate il risultato della moltiplicazione con il tempo che ci mette google a servire migliaia di richieste come la vostra ogni secondo: come sapete è di qualche millesimo di secondo, il risultato lo può calcolare solo Google.

Un’azienda che dispone di una tecnologia che gli permette di indicizzare tutto il mondo in forma testuale, immaginifica, e multimediale, che vi da la possibilità di vedere con un occhio magico tutti i punti del nostro pianeta nascosti a qualsiasi altro tipo di mappatore, che ha il potere giurisdizionale di utilizzare un satellite che osserva fino all’interno del pentagono e lo mette a disposizione di tutti senza che nessuno gli dica niente, che ha una banda in uscita che permette alla gente di scaricare posta e video da tutto il mondo in tempo reale, che vi dice “lasciate a me le vostre mail… avete 2GB che crescono non avete bisogno di cancellare niente (!!!)”, che ha una potenza di calcolo che gli consente in pochi millesimi di secondo di estrarre i file da un vostro file zip crittografato des a 512bit con password di 20 caratteri col vostro sorriso sicuro sulle labbra, che detiene con cura e devozione tutte le vostre mail, i vostri contatti, il vostro calendario, la vostra agenda, la donna di cioccolato, le vostre chat, i vostri video, è quanto meno la cosa più orwelliana che esista in questo momento.

A questo vi aggiungo questo comodo plugin chiamato GMailFS che vi consente di avere un hard disk sempre – ovunque – comunque, e di condividere i vostri movimenti più segreti con il vero unico Grande fratello dei giorni nostri che ci avvolge in un caldo, forte, soffice, sicuro, vellutato, inquietante abbraccio.

Annunci