aprile 2006


l’Italia può definirsi un paese civile e avanzato se il sostentamento della ricerca scientifica deve dipendere dalle questue e dalla vendita di arance, fiori ed altro? Non lo so, a voi la risposta. Doniamo l’8 per mille alla ricerca. Così levo questo articolo che è in draft da mesi.

Strada vicino a Piazza Maggiore

Io intanto, sarò a Bologna a spendere i soldi che abbiamo collezionato grazie l’8 per mille per la ricerca in locali notturni. Il mio bellissimo serverino posterà (o ha postato) questo articolo il 27 aprile alle 9 di sera circa (ora più ora meno) dal potente motore di WordPress, senza che io sia li ad accudirlo come ormai succede da mesi. Se ci pensate è inquietante: continueranno a uscire post sul blog anche dopo la mia morte, avvenuta proprio in questa strada che ho appena fotografato.

Folla Opalescente

Un computer cicalò allarmato durante un thread ricorsivo, quando si accorse che un compartimento stagno era stato aperto e poi richiuso violando la privacy senza nessuna ragione evidente. In effetti la Ragione non c’era, perché era andata un attimo a farsi un bagno. Così, un nuovo irragionevole buco era appena apparso nella galassia delle relazioni sociali. Apparve solo per un nientesimo di secondo, il suo diametro era di un nientesimo di centimetro, e fra la sua apparizione e la sua scomparsa passarono milioni di anni luce. Poco prima che si richiudesse durante un 26 dicembre qualunque, uscirono da esso un mucchio di capelli di carta e di lattine di birra piene di palloncini, di quelli che la donna di cioccolato usa durante le feste dove i pacchi dei regali si danno vuoti. Volarono via anche quarantatremilaseicento uova fritte circa, 2 di meno, 2 di più, tutte con il nome della gallina cifrato su codice a barre, che si materializzarono sul pianeta Amarcrord, nel sistema di Roprampebdupsela.

Morigerati intenti dominarono e vituperarono instancabilmente forgiando aree residenziali mastodontiche e trattennero tremori e risate esprimendosi con opalescente nitidezza. Mesti allora riconsegnarono tutto alle fameliche odalische, despotiche dominatrici in silenzio.

Il nientesimo di secondo che occorse al buco per aprirsi e chiudersi si ripercosse avanti e indietro nel tempo nel più improbabile dei modi. Da qualche parte, nel passato profondo remoto, traumatizzò un gruppetto di atomi che vagavano a casaccio nella vuota sterilità dello spazio, e li indusse a stringersi insieme secondo il più straordinariamente improbabile degli schemi. Questi schemi impararono ben presto a riprodurre se stessi (il che faceva parte dell’estrema inverosimiglianza degli schemi stessi) e si misero a provocare gravi guai su tutti i pianeti che toccavano. Fu così che cominciò la vita nell’Universo.

Wayl Texas Ranger.jpg

Dopo giorni e notti di navigazione l’ho finalmente trovato.

Un po’ di tempo fa’ mi balenò fulminea un’intuizione che pareva sciocca, ma non lo era. Ed eccovi la dimostrazione della vera natura del nostro beniamino, tiranno della verità. Fonti plausibili certificano che quando Wayl decise di occuparsi a tempo pieno della presidenza del Ministero della Verità lasciò il suo posto di attore castigatore ad uno allora semisconosciuto Cheng Morris, che poi gli rubò il nome per succhiargli la fama. Il resto è storia, ma voi tutti sapete che la storia è quella che leggiamo sui blog.

E sui blog regna incontrastato un Ranger, un tiranno per noi.

Non è una giornata da dimenticare, perchè sicuramente Sant’Efisio ci sta a fianco e ci fa bene e non male. Bisogna pensarci più vicino, perchè la storia di Sant’Efisio è al lungo da termine, parla della terra di… di un colore che noi ci teniamo… bastanza buono.

Il buono della sua religione è di un cavaliere… che potrebbe essere cavaliere per noi. Sentiamo tutto quello che c’è all’interno, perchè noi, fra i sardi, il sentimento è ummo… è ummorismo che teniamo religiosamente, veramente… psh, con grande cuore, e grande momento.

Sant’Efisio, mi fai emozionare, però non vogliono dire le parole che ho detto prima, son per del male… Perchè la gente sia a fianco, perchè quanto più a fianco è un sentimento che ci ti porti tu, ssanamente per il lavoro e per la salute in alto.

Roba che ormai ci teniamo abbastanza buono dal lungo da termine, ma continuo a trovare gente che non lo conosce!!! …e come per lo zio Rich, finchè non lo vedi non ci credi. Grazie Iscallonarasa.

Anonimato Italiano

Gli articoli che parlano di cose serie e problemi concreti non vengono commentati (vedi “per le strade di Cagliari“), è questo il motivo per il quale cerco di non mettere troppa roba seria sul blog. Pensate, devo campare dalla pubblicità che vendo sul blog in un’epoca in cui l’idea del blog mi è stata spudoratamente copiata ormai da chiunque, da persone che come faccio io da sempre, inseriscono una bella immagine iniziale, una donna di cioccolato e del testo ben formattato. Ma mi rendo conto che di questo passo finirò per proporre articoli di livello informativo pari a quello che monopolizza le televisioni con i programmi amici di Maria de Filippi.

Il target del mio blog data la lingua utilizzata e il contesto mediatico in cui si colloca è costituito prevalentemente da italiani di ultima generazione, e a questi si sa, non interessa l’informazione. Gli italiani d’altronde non riescono ad informarsi. Non leggono i giornali, non dispongono di un telegiornale che eroghi informazione {pochissimi sono a conoscenza della parola informazione (un applauso per la parola informazione)}, non sanno più parlare (xké se lo saprebbero?) e tendono a catapultarsi sui palinsesti che sono sopravvisuti dal punto di vista evolutivo esclusivamente per il fatto che indiscutibilmente rappresentano la stragrande maggioranza di loro: Amici di Maria de Filippi!

Lamentarsi in continuazione per come vanno le cose a Ronco Bilaccio e a Barberino del Mugello o in via Molise, quando le più autorevoli testate giornalistiche internazionali (che parlano, pensate un pò, di quello che avviene nel mondo) paventano il collasso totale dell’economia in Italia è solo una insignificante conseguenza di come i baldi e fieri abitanti di questo paese con la forma geografica di un piede puzzinoso siano stati plasmati con maestria da un abile, feroce e spietato condottiero politico aiutato con estrema solerzia dai suoi collaboratori al guinzaglio (quelli che astutamente avete votato perchè siete contro di Lui) e da una opposizione scialba, morente, passiva, pressochè inesistente, come il contenuto del cervello dei giovani amici di Maria de Filippi.

Un annuncio fresco fresco… gli Allister, il cui articolo sta tentando di raggiungere il record del terzo commento al terzo rimpasto, sono stati invitati dal comitato organizzativo del festival letterario di Enas ad occupare il palco per sfoggiare tutto il nuovo repertorio. L’immenso Steve Carrebat presenterà probabilmente alcuni brani del suo nuovo e avvincente romanzo, mentre il prode Pescatore Enden Wickers lavorerà sull’atmosfera con le musiche del suo ultimo lavoro discografico: Rewind!! Accorrete numerosi: Olbia, Piazza Crispi – 26 Maggio, e Enas, piazzetta comunale – 27 Maggio.

Cancellazione Annake

Grazie comunque a tutti quelli che ci hanno sostenuti in questi anni. E sopratutto a quelli che ci hanno aiutato organizzando e completando l’articolo che ci riguardava. Gli amici (veri positivi) si riscoprono sempre in queste cose, ma anche i falsi positivi e i veri negativi. L’accuracy del mio sistema amici è, relativamente a questo caso d’uso, circa l’87%. Quindi esiste ancora una certa percentuale di inganno da limare.

Sul nuovo gruppo, gli “ALLISTER” trovate tutto sul mio blog utilizzando le apposite funzioni di ricerca. Cominciare ad utilizzare le braccine in coordinazione con le zampette. Saluto il collega Carrebat, che si è anche lui divertito a giocare, ma purtroppo niente di più, con la nota enciclopedica relativa al gruppo.

Mi stanno arrivando numerosissime lettere dalla località in cui gli Allister sono nati: “ma volete davvero sapere come poi è andata a finire?” Collegatevi su:

http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Proposte_di_cancellazione_semplificata/Log/2006_febbraio_19

E per sapere tutta la storia dell’ultimo vero capitolo degli Annake, e se ancora non vi pasta, leggete quello che è rimasto del forum.

Wayl Furibondo, con tenerezza e rabbia.

Wayl sta impazzendo. Sta perdendo il controllo di se stesso e il contatto con la realtà.

E’ completamente alienato, si sta comportando in maniera opinabile con le ultime persone che hanno la pazienza di rimanergli vicino. Cerca di giustificare in maniera squallida un numero di azioni inconcebili per il vivere sociale. La notte si mette a bruciare foglie intossicando i quattro angoli della città, raccoglie pacchi vuoti dai mondezzai perchè potrebbero servirgli, il suo sguardo non ha più alcun tipo di lucentezza.

Wayl non è più tra noi, non vale più neanche la pena aiutarlo. Facciamocene una ragione.

Pagina successiva »