marzo 2006


ProteomaUno studio condotto da Gérard van Kalmthout dimostra che l’83.2% dei vegetariani lo è per scelta piuttosto che a causa di disturbi alimentari di vario tipo, perchè non vuole ingerire esseri il cui livello di coscienza si trova esattamente tra il premonire la morte e il riuscire ad evitarla. Non mangiano pesce, anche se quando esce dall’acqua esso scodinzola. Non mangiano il pollo, perchè anche quest’ultimo ha diritto a soffrire nel momento in cui viene spennato.

Mangiano però le uova, rendendo quindi vano ogni loro sforzo, dato che per produrle le galline vengano mantenute sotto condizioni di stress, con illuminazione di 23 ore su 24 e vari meccanismi per aumentare il loro continuo stato di allerta. I vegetariani non autocontraddittori, i poveri “vegani”, patiscono pene peggiori di quelle degli animali la cui possibilità di realizzarsi nella vita tentano di salvaguardare. “E ovvio dedurre” – spiega Neuman Eigentijdse, biopatologo di un’importante università medica dell’Arkansas – “che l’essere umano la cui struttura fisica si è evoluta nei millenni per gestire metabolicamente i prodotti della caccia e della pesca” risenta pesantemente degli effetti di una dieta di questo tipo, come dimostrano le morti e le difficilmente arginabili patologie diffuse tra i vegani.

Ma una scoperta sensazionale permetterà finalmente ai vegetariani di uscire dal loro incubo peggiore: la verza inzuppata nella passata di cavoli a merenda sostituita dal nuovo proteoma QDLMMN con il quale è possibile ricavare in via del tutto artificiale delle fibre di carne di un ottimo sapore simile al manzo adolescente. L’azienda americana MacDonald ha già promosso i primi prodotti, nei menu mc Nuggets, e nelle carni degli ottimi spuntini messicani. La proposta sta avendo un particolare e inaspettato successo sopratutto in Francia e in Tailandia.

Rimane il problema delle uova, ma non ditelo ai vegetariani.

Annunci

Wayl Rock
Sardegna, Monte Pullino, foto by Pietrosanto


Climbin Eiffel Tower
Parigi, Tour Eiffel, scalata


Declimbing Eiffel Tower
Parigi, Tour Eiffel, ascesa


Climbing Torino Superga
Torino, Basilica di Superga


Climbing Florida
Florida, un ripidissimo muro delle Fisher Mountains scalato in ciabatte


Climbing Wind Rocks
Nebraska, posizione di riposo in un bicco delle fameliche Wind Rocks


Climbing Torre Saracena
Marbella, Torre saracena all’Isola dei Condor


Climbing Castel di Bitonto, Amon
Castel di Bitonto, scalata eretica sulla Basilica (l’amico Amon di guardia)


Resting Position Bastione
Salerno, posizione di riposo sulla scalinata del Castello delle Vipere


Climbing Santu Jolzi
Perfugas, I Bastioni di Santu Jolzi


Climbing Dokroston
Quiz, Indovinate cosa è? Suggerimento: non è la Dokroston.


Climbing Devil Tower
Sella del diavolo, per controllare se gli altri arrivavano.


Barone Hashura Hacker

Temple Grandin, docente alla Colorado State University osserva che Kevin Mitnick e molti altri hacker manifestano i sintomi della sindrome di Asperger.Ridotte capacità sociali, spesso associate alla solitudine durante l’infanzia. – Irrequietezza, insonnia, incapacità di sostenere lo sguardo, di relazionarsi agli altri in maniera convenzionale, il che li porta spesso a vivere da soli. Li caratterizza una mancata risposta ai sengali durante l’interazione sociale (come espressioni del viso o lingaggio del corpo) o in alcuni momenti una frenesia espressiva incontrollata – Grande creatività in molti campi, nella musica, nel disegno, ma nessuna abilità particolare in alcuno di essi. Capacità organizzativa eccezionale – Capacità di ricordare lunghe stringe di numeri e di concentrarsi su un problema tecnico in modo intenso e per lungo tempo, nonostante una facile distrazione su altri problemi e l’impossibilità di gestire diversi compiti contemporaneamente – Profonda onestà e rispetto delle leggi, ma forte intolleranza nei confronti degli abusi che vengono bilanciati dalle attività di phreaking (sono spesso in grado di trovare il modo di utilizzare i servizi a pagamento e in genere “aprire” tutto ciò che viene pubblicamente interdetto in maniera del tutto gratuita). Sono artefici di convinzioni assurde sulla propria esistenza.Donn Parker afferma che: “[…] gli hacker sono caratterizzati da un comportamento immaturo, ed eccessivamente idealistico; provano piacere nel presentarsi ai media come idealistici benefattori, campioni dei derelitti […]”. Ostentano spesso una falsa sicurezza, tendono ad esternare solamente attraverso un gran numero di canali mediatici le loro idee personali, sono particolarmente bravi nel portare a termine con alto grado di indipendenza i compiti a loro assegnati. Tuttavia, alcuni psicologi vedono nella sindrome di Asperger le basi del profilo di un hacker anche se è opportuno sottolineare che nessuna ricerca ha stabilito scientificamente un collegamento tra la sindrome di Asperger e l’hacking.

Sforza Italia

Suggerimento: clicca sull’immagine.

Pulsante Navigazione Intelligente

Finalmente è uscito il nuovo, fiammante, conturbante, Internet Explorer 7! Al download di Ie7, sempre e comunque gratuito, sono abilitati solo gli utenti certificati da Windows Genuine Advantage che penalizza finalmente i possessori di una copia pirata del sistema operativo, i cosiddetti Hackers (o pirati informatici). Questa tecnologia non è che un ulteriore passo verso il giorno in cui tutti saremo finalmente più sicuri e controllati dal grande fraterno occhio delle majors e multinazionali che sanno, grazie a sofisticate tecniche statistiche, quello che è davvero meglio per noi!

La sicurezza, del resto, è una delle tre anime del nuovo Explorer, unitamente alla nuova interfaccia della quale stanno tutti rimarcando il nuovo ingegnoso pulsante di “Navigazione Intelligente” che utilizza le più sofisticate tecniche di Exploration Data Mining disponibili oggi nello stato dell’arte della navigazione in rete. Una novità assoluta è la possibilità di aprire più schede nella stessa finestra. Questa utility che diverrà subito indispensabile, consente i download di pagine contestuali senza perdere d’occhio l’argomento di interesse. C’è da aspettarsi che questa geniale idea (insieme alla possibilità di utilizzare gli rss feed) diventi uno standard de facto, e che tutti gli altri browser si adeguino alle geniali e innovative trovate della possente azienda situata nella impervia Silicon Valley.

Personalmente l’ho subito copiato nel pennino usb insieme agli altri programmi portabili sostituendo l’ormai obsoleto e antiquato Mozilla Firefox, che cominciava a risentire degli anni, e delle discordie che stanno ormai rodendo dall’interno la comunità di sviluppatori Mozilla e Linux.

L’altro giorno passeggiavo spensierato al suono di una bellissima canzone, a detta di tutti la più bella canzone blues mai scritta. Il titolo è “blue day” del penultimo album di Richard Galliano: New York Tango. Questo CD è stato uno dei migliori acquisti mai fatto da generazioni nella famiglia di mio cognato. Ha acquistato il cd perchè stava cercando proprio lei, la mitica blue day. Ma io non potevo sospettare quale canzone sarebbe stata scelta per adempiere il delicato compito di aprire cotanto album.

Questa canzone si chiama “vuelvo al sur“. E non voglio spendere parole su questa canzone, preferisco riappropriarmi per un attimo del lemma che utilizzò Dante Alighieri per descrivere il paradiso (un qualcosa la cui bellezza non può essere descritta) per parlarvi del sesto accordo che si trova nelle prime battute del brano. Quell’accordo è ineffabile.

E’ un accordo pieno, completo, saturo, che non perde la malinconia del precedente ma suggerisce il vigore del successivo, che copre la gamma di Richardsensazioni più vasta che può essere rappresentata con un unico gesto, che fonde i colori in una pasta soffice che pennella lo sfondo dei vostri pensieri, che corica dolcemente su una tastiera infinita di toni placidi e soavi sussurri, e vi fa splendere il sole sulla testa dopo una giornata iniziata bene come non mai, perchè avete messo blue day al posto del suono della sveglia.

Richard Galliano, come sapete è l’unico che può suonare un tipo di chitarra costruita apposta per lui dal famoso maestro liutaio greco Tapp Inetemus nota come Manuschè. La chitarra ha 9 corde che vengono toccate con maestria dalle 6 dita delle mani dell’artista, solo lui capace ovviamente di eseguire accordi belli e impossibili come quello che vi ho appena consigliato. Da acquistare assolutamente: voto da uno a dieci? Beh non può che scapparmi un bel 12!

BD357 - Aiutiamoli a nuotare.jpg

Ciau a tutti!! Ve ne propongo alcune barze sui nostri cuggini che ne stanno dall’altra parte delle alpi… e di conseguenza voi cercatene e postatene delle altre!! Ad esempio (in riferimento alla foto bastarda…):“Come fà un francese ad imparare a nuotare????�?Facile, si fà aiutare da 2 italiani.

Arrestati alcuni francesi che si erano ribellati all’imposizione dell’euro… continuavano a usare baguette come valuta.

Come si fanno a nascondere i soldi in casa se se abita con un francese??? Basta metterli sotto alla saponetta!!!

Per ora basta così… ma non finisce qui!!! Ahahhahahahahahah

Pagina successiva »